Tag Archivio per: Prevotella copri

  • Uno studio ha trovato alti livelli di anticorpi contro una proteina di un batterio intestinale nelle persone a rischio di artrite reumatoide e in coloro che hanno già la malattia.
  • Precedenti ricerche hanno implicato alti livelli del batterio intestinale, chiamato Prevotella copri, nell’artrite reumatoide.
  • P. copri aiuta a digerire la fibra alimentare nell’intestino ed è associato a numerosi benefici per la salute, ma i ricercatori lo hanno anche collegato all’infiammazione intestinale.
  • Gli autori del nuovo studio ipotizzano che le specie Prevotella possano sfuggire all’intestino ed entrare nel flusso sanguigno, dove provocano una risposta immunitaria.

L’artrite reumatoide è una condizione autoimmune in cui il sistema immunitario attacca i tessuti delle articolazioni, specialmente nelle ginocchia, nelle mani e nei polsi. Ciò provoca infiammazione e gonfiore doloroso.

Il Rheumatoid Arthritis Support Network stima che la malattia colpisca più di 1,3 milioni di persone negli Stati Uniti e fino all’1% della popolazione mondiale.

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), le persone con artrite reumatoide spesso sperimentano sintomi lievi per la prima volta nei loro anni ’60, che poi peggiorano gradualmente nel tempo.

Tuttavia, gli anticorpi che prendono di mira i tessuti del corpo possono circolare nel sangue per diversi anni prima dell’inizio dell’artrite reumatoide.

Gli scienziati ritengono che i fattori genetici e ambientali cospirino a causare la malattia. I fattori ambientali noti includono il fumo, la dieta e la disbiosi intestinale, uno squilibrio malsano nella comunità di microrganismi nell’intestino.

Un particolare batterio che compare ripetutamente nelle indagini sull’artrite reumatoide è la Prevotella copri.

Nel 2013, uno studio ha rilevato che tre quarti delle persone con artrite reumatoide di recente diagnosi e non trattata avevano P. copri nell’intestino, rispetto a solo un quinto dei controlli sani.

Un altro studio, pubblicato nel 2019, ha rilevato quantità maggiori di specie Prevotella nelle viscere delle persone a rischio di artrite reumatoide prima che sviluppassero la malattia, rispetto ai controlli.

Prevotella copri: Batterio con una reputazione mista

P. copri ha una reputazione mista.

È un batterio intestinale amichevole o commensale che aiuta a digerire la fibra alimentare ed è associato a benefici per la salute come la riduzione del grasso viscerale e il miglioramento del metabolismo del glucosio.

Ma i ricercatori l’hanno anche collegato all’insulino-resistenza, all’ipertensione e all’infiammazione intestinale cronica.

Ora, i ricercatori dell’Università del Colorado Denver ad Aurora, CO, hanno aggiunto prove che P. copri aiuta a causare l’artrite reumatoide e influenza il modo in cui la malattia si sviluppa.

Gli scienziati hanno trovato anticorpi contro una proteina di P. copri nel flusso sanguigno sia delle persone affette da artrite reumatoide sia delle persone a rischio di contrarre la malattia.

“La nostra speranza è che questi risultati possano aiutare a chiarire ulteriormente il complesso [ruolo causale] dei commensali batterici nelle persone a rischio di sviluppare [artrite reumatoide] e in quelle con [artrite reumatoide] in modo che possano essere sviluppate terapie mirate con il obiettivi di fornire un trattamento migliore e, in ultima analisi, la prevenzione della malattia “, afferma l’autore corrispondente Jennifer A. Seifert.

Medical News Today ha chiesto a Seifert se fosse possibile prevenire o curare l’artrite reumatoide correggendo la disbiosi intestinale, ad esempio attraverso un trapianto probiotico o fecale.

“È difficile per noi stabilire una connessione definitiva tra la regolazione della disbiosi intestinale e la prevenzione della malattia così presto nella nostra ricerca, ma è qualcosa che stiamo investendo nell’esplorare ulteriormente per quanto riguarda i potenziali driver di malattie virali e batteriche”.

disse.

I ricercatori hanno pubblicato le loro scoperte su Arthritis and Rheumatology.

Fonte: medicalnewstoday